giovedì 22 gennaio 2015

NOSTALGIA

Più di 20 anni fa ormai partivo e lasciavo Milano per trasferirmi in Trentino Alto Adige e lì cominciare la mia nuova vita e progettare la mia futura famiglia.
 Non avrei mai immaginato di sentire così tanto la nostalgia della mia città!!!
Il popolo trentino è buono, non ci sono delinquenti, la vita si svolge in maniera tranquilla....
Fin troppo!!!!
Ma la chiusura dei loro caratteri è grande!!!!
Non sono abituati ad invitarti a casa,  ti parlano ma sempre con un po' di distacco, non c'è spontaneità nei rapporti con persone che conoscono appena.
Uno dei tanti esempi?
Mi sono iscritta da poche settimane ad un corso di acquagym; il gruppo è formato da una 15 di donne dai 45 anni ai 60 che frequentano questo corso da moltissimi anni.
Sempre le stesse, ogni tanto si aggiunge una loro nuova compaesana ( che loro conoscono benissimo, lì tutti si conoscono).
Ma nemmeno per idea che qualcuna di queste vedendo una donna "nuova" una "straniera" abbiano chiesto chi ero e da dove venivo....( forse da Marte?) Quindi ci ho provato io: mi è arrivata una risposta secca e sbrigativa.
Durante la settimana son sempre sola a casa, nessuno che chiede di uscire per andare a bere qualcosa.
Allora mi propongo di uscire da sola, per spezzare la malinconia.
Mi ritrovo al bar, mi guardo intorno: ci sono seduti ai tavolini turisti stranieri qui per sciare; parlano, ma non si capisce nulla e la solitudine mi invade.
Mi manca il tuo brusìo Milano, la tua frenesia, il tuo va e vieni, la tua allegria, i tuoi colori e luci durante le feste.
I tram, il traffico, i negozi e si, anche l'aria.... la mia aria, magari inquinata ma mia!
Qui, il cielo è sempre bello: sia quando nevica che quando è di quell'azzurro intenso, ma che me ne faccio se non ho nessuno con cui condividerlo?
Guardo questa foto e penso: bellissimi ricordi ... Quante volte son passata di lì?
Non avrei pensato mai di andar via e di non rivederti più.
Ho lasciato nella mia città la vera Laura.  Quella che aveva sempre voglia di ridere, di cantare, di passeggiare, di andare a prendere il gelato nella bellissima via Marghera, di andare a sbirciare le cose belle in Corso Vercelli.
I pochi stimoli che ho qui in Trentino mi hanno reso più triste: non mi piace sciare, odio il freddo,
e non vado mai in montagna. Mi rendo conto di essere cambiata profondamente.
Mi manchi Milano, i teatri, gli spettacoli, gli eventi, quei brutti giardinetti con poco verde, ma con tanti bambini che hanno voglia di fare amicizia tra di loro, e anche le mamme!
Per dirsi una parola, pochi momenti magari, le ore scarse di un  pomeriggio eppoi via
 perchè si è sempre di corsa,  ma che scaldano il cuore!

1 commento:

annalisa ha detto...

ciao Laura, ma nooooo non puoi avere nostalgia di Milano, forse della Milano di 20 anni fa... oggi purtroppo c'è un sacco di delinquenza, la gente non è + quella di prima e l'aria è quasi irrespirabile...capisco però che la diffidenza della gente, anche quella del tuo stesso paese, possa dare fastidio... io parlo con tutti e a volte mi guardano come una marziana...ma cosa ci posso fare... mi piace troppo conversare !!!! un abbraccio grandissimo...lisa